Yoga Equestre-Equitazione Olistica

EQUITAZIONE OLISTICA e YOGA EQUESTRE

Etimologicamente, olismo è una prospettiva di considerare i fenomeni come interi.

l termine olismo proviene dal greco όλος, olos, che sta per “totalità”. L'olismo in medicina rappresenta uno stato di salute “globale”, l'unione di mente, corpo, ambiente e società.  

Un approccio di tipo olistico sancisce la necessità di intervenire su una persona attraverso diversi piani paralleli, ma con un'unica finalità: un reale e totalizzante stato di benessere. Tre sono le vie d'accesso che portano a questa meta: il corpo, la mente e lo spirito. 

L'approccio olistico è finalizzato al raggiungimento del benessere e del rilassamento. 


YOGA ED EQUITAZIONE

Yoga equestre è un modello pedagogico che nasce da un itinerario di ricerca che incrocia le nuove frontiere del settore equestre nonché  i principi fondamentali della filosofia dello yoga

Lo yoga permette una conoscenza molto sottile del corpo (anatomia, coordinazione dei movimenti, respirazione, gioco delle forze muscolari, equilibrio, ecc.) che è preziosa nell'apprendimento di uno sport molto preciso ma anche impegnativo quale è l'equitazione. Può aiutare a lavorare con più finezza e aiuta a preparare meglio il corpo.

Spesso ci dimentichiamo che siamo soprattutto un corpo umano installato sul dorso del cavallo da lavoro. Se il cavaliere non ne è consapevole, rischia squilibri o lesioni che saranno dannose sia per lui che per il cavallo. Inoltre, come ogni attività fisica, è importante prendersi del tempo per prepararsi fisicamente prima di andare a cavallo e per rilassarsi dopo, poiché l'equitazione è un'attività impegnativa.

Nell'equitazione si possono incontrare anche situazioni di tensione che bisogna imparare a superare in armonia, sia con il corpo che con la mente. Perché è quando ci congeliamo, quando smettiamo di respirare che rischiamo di perdere la relazione con l'animale e che commettiamo errori.

Lo yoga aiuta a prendere coscienza di questa nozione di leggerezza-fermezza e aiuta anche con la concentrazione, la connessione al momento presente che sono essenziali nell’equitazione; se non ascoltiamo ogni momento, il rapporto con il cavallo non esiste!